Notizie da Otranto

Sub trova vecchio ordigno bellico sul fondale, chiuso un tratto di Porto Badisco

La bomba, risalente al secondo conflitto mondiale, si trova a 80 metri dall'imbocco del porticciolo e a 4 metri di profondità. Sul posto la guardia costiera. A inizio settimana verrà svolta la bonifica. Se ne occuperò il nucleo Sdai di Taranto. E' il terzo ordigno in un anno nella stessa area

Il punto esatto in cui si trova l'ordigno.

PORTO BADISCO – Un ordigno bellico sul fondale di Porto Badisco e scattano le ordinanze d'interdizione firmate da Comune di Otranto e ufficio circondariale marittimo locale. Il ritrovamento è avvenuto in modo del tutto casuale nel primo pomeriggio. E’ stato un istruttore di immersioni subacquee, Giampiero Buttiglione del diving Bubble’s World, insieme ad altri sommozzatori sportivi, ad accorgersi di una forma fin troppo regolare, viste le curvature, fra le rocce. 

Le concrezioni, inoltre, sembravano a tutta vista la tipica ruggine che può formarsi solo su un oggetto di ferro. Osservando meglio s’è quindi accorto che altro non era se non un vecchio ordigno bellico. I sub sono subito usciti dall’acqua ed hanno avvisato i militari della guardia costiera. Gli uomini agli ordini del tenente di vascello Gianmarco Miriello hanno svolto una perlustrazione, verificando la segnalazione e attestando come fosse fondata.

L’ordigno si trova a una profondità di 4 metri, circa 80 metri a destra dall’imboccatura del porto e a una distanza di 15-20 metri dalla riva, un tratto di scogliera bassa, dove si assembrano anche i bagnanti. I militari hanno posto un gavitello giallo a mare per segnalare il punto inaccessibile da ora e fin quando non sarà svolta la bonifica. Le operazioni dovrebbero effettuarsi lunedì o, al massimo, martedì. Se ne occuperà il nucleo Sdai della marina militare di Taranto. 

badisco (3)-2-2Stando a una prima analisi, potrebbe trattarsi di una bomba a grappolo risalente al secondo conflitto mondiale. Un ordigno di fabbricazione britannica, per la precisione. Il sindaco di Otranto, Luciano Cariddi, sta dunque emettendo un’ordinanza per vietare la discesa a mare, mentre l’ufficio circondariale marittimo ne sta redigendo una riguardante la sicurezza per la navigazione nel tratto interessato. 

Una curiosità: si tratta del terzo ritrovamento di questo tipo nel giro di un anno nella stessa zona. Una frequenza che non deve però insospettire più di tanto. Non tutti sono informati del fatto che, non lontano da lì, in località Sant’Emiliano, giace sul fondale una nave militare britannica risalente alla seconda guerra mondiale, che conserva ancora a bordo del munizionamento. 

Quindi, è possibile che di tanto in tanto qualche bomba venga sospinta dalle mareggiate. C’è però un’altra teoria, una storia che si narra da sempre. Nel dopoguerra sembra che diversi pescatori usassero recuperare gli ordigni (correndo il rischio di saltare in aria) per svuotarli e ricavarne ferro da rivendere, gettando le carcasse sul fondo. Quale sia il motivo e l’efficienza reale della bomba, per il momento in quel punto di Porto Badisco è vietato fare bagni e immersioni, o passare con le imbarcazioni.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento