Notizie da Otranto

La comunità aiuta i turisti truffati: per Uggiano La Chiesa lo spot migliore

Una vicenda di umana solidarietà ed empatia è diventata virale. Il sindaco Piconese: "Questa è la terra di don Tonino Bello, dove tutto finisce e inizia"

Chiesa di Santa Maria Maddalena, a Uggiano.

UGGIANO LA CHIESA - Salvatore Piconese dal 2010 è sindaco di Uggiano La Chiesa, paese di circa 4500 abitanti non distante da Otranto, finito sotto i riflettori per una storia di solidarietà che è straordinaria per solo chi non conosce le abitudini semplici e gentili della gente nata e cresciuta sotto il sole di queste latitudini.

La comunità si è stretta intorno a due turisti massesi che, una volta giunti sul posto hanno realizzato che il B&b presso il quale avevano prenotato un soggiorno in modalità on line, ma con pagamento effettivo, in realtà non era altro che uno specchietto per le allodole, una truffa. La coppia non si è persa d’animo, ha chiesto informazioni alle persone incontrate per caso e si è innescato un passaparola: ad ogni problema è stata trovata una soluzione. Così, al termine della vacanza, i due – Laura Bondielli e Gianluca Pucci – hanno voluto pubblicamente ringraziare i loro angeli custodi con un post.

La storia non è finita, anzi ha acquisito una dimensione istituzionale che porterà alla cittadinanza onoraria di Uggiano per i due ospiti e alla proposta di un gemellaggio con Massa partita da Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana ed esponente di Liberi e Uguali, esattamente come Salvatore Piconese.

Al sindaco di Uggiano va dato atto di aver costruito nel corso del suo mandato un percorso fondato sulla conoscenza, sull’accoglienza e sull'integrazione, corroborando quei valori già insiti nel patrimonio della sua comunità ma che andavano comunque rilanciati in un'epoca di grande confusione e smarrimento, dove si fa presto a puntare l'indice contro la semplice diversità. sono stati fatti cinque gemellaggi, di cui quattro – con Cerchiara di Calabria (Cosenza), Fossacesia (Chieti), Ostra Vetere (Ancona) e Lugo di Vicenza – nel nome del pane e dell’olio per valorizzare la gastronomia.

IMG-20180828-WA0021-2Il quinto è stato sancito con San Zenone al Po (Pavia), paese natio di Gianni Brera, cui Uggiano dedica il “Festival dell’Arcimatto”, e infine  quello con Daira Di Um Dreiga della Repubblica Araba Sarahwi Democratica. E per suggellare il carattere aperto e solidale di Uggiano il sindaco ha voluto l'apposizione di una targa che ricorda le 32 nazionalità presenti a Uggiano dove è in funzione un centro della rete Sprar: oggi nel piccolo paese sono 155 i residenti di origine non italiana, compresi i 25 ragazzi ospiti del centro Sprar gestito dal Gruppa Umana Solidarietà – Guido Puletti.

Sindaco, sicuramente lei sarà contento della grande eco di questa storia: ma non le fa specie il fatto che la solidarietà e l’empatia siano considerate ormai così eccezionali?

Un gesto così naturale, di grande umanità ha fatto scalpore in un’epoca nella quale prevale l’aspetto egoistico e non più quella solidarietà che un tempo caratterizzava l’Italia. La cosa più bella è che questa storia viene dalla terra di don Tonino Bello, dove finisce e inizia tutto. Per me è un gran messaggio di civiltà.

Questa vicenda è interessante anche perché propone un modello sostenibile di turismo, quello fondato sulle relazioni umane e sulla partecipazione rispettosa alla vita di una comunità, non crede?

Questa storia, che come dice anche il presidente della Toscana, Rossi, è fatto di normalità dimostra quale può essere la direttrice verso la quale orientare il futuro. Molto spesso le nostre comunità vengono stravolte da un turismo eccessivamente mordi e fuggi, con un carico antropico che ci mette in difficoltà: il nostro territorio è in gran parte fatto di piccoli paesi. Lavoriamo già da anni per un turismo fatto di qualità, di rapporti diretti e questo gesto ci dice che possiamo essere sulla giusta strada.

Quali saranno i prossimi capitoli di questa storia?

Ho appena sentito il vice sindaco di Massa, Guido Mottini: appena rientra il primi cittadino, Francesco Persiani, che ora è in Giappone, organizzeremo l’aspetto procedurale legato a questa iniziativa del gemellaggio partita dal quotidiano La Nazione. Da parte nostra organizzeremo il conferimento della cittadinanza onoraria ai due turisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento