Notizie da Otranto

Si butta in acqua per recuperare canna da pesca, scopre ordigno bellico attivo

Accade nel porto di Otranto, dove un palombaro ha rinvenuto un corpo sferico di circa un metro di diametro: stamattina concluse le operazioni del nucleo Sdai della Marina e della Guardia Costiera. La mina fatta brillare al largo

Area portuale di Otranto

OTRANTO - Un ordigno bellico, probabilmente residuo della Seconda guerra mondiale (come tanti ne esistono nelle acque del Mediterraneo), ritrovato ad Otranto e fatto brillare dagli uomini del nucleo Sdai (servizio difesa antimezzi insidiosi) della Marina militare nella mattinata.

Si tratta di una mina di presunta fabbricazione tedesca, di forma sferica, del diametro di un metro, con spuntoni e ancora attiva. Tutto è iniziato lo scorso 3 novembre da un subacqueo professionista, un palombaro locale, Franco Muoio, nel tentativo di recuperare la canna da pesca di un diportista, all'altezza del terzo braccio del Molo San Nicola, nell'area portuale.

L'uomo si è accorto del corpo metallico, presente ad una profondità di circa 11 metri, in un punto di transito di navi, ed ha avvertito subito l'Ufficio circondariale marittimo, che, su disposizione del comandante Gian Marco Miriello, ha provveduto alla messa in sicurezza dell'area con una delibera a tutela dell'incolumità di naviganti e allertando tutte le autorità competenti, a partire dalla Prefettura di Lecce.

Due giorni dopo sono iniziate le operazioni dello Sdai, che ha dapprima visionato l'ordigno bellico. Successivamente il corpo metallico, quasi del tutto insabbiato, è stato ripulito, ma le condizioni non ottimali del mare hanno compromesso le operazioni, che sono state ultimate nella mattinata odierna, quando un mezzo della Guardia Costiera ha trasportato al largo la mina e l'ha fatta brillare in un fondale di circa 70-100 metri di profondità. Consistente il carico di esplosivo, contenuto all'interno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento