Notizie da Otranto

In dieci a bordo di un piccolo scafo: al vaglio la posizione di uno di loro

Unità della guardia di finanza hanno intercettato il natante al largo della città rivierasca. Il personale di Croce Rossa ha fornito la prima assistenza. Indagini su sospetto scafista

Foto di Croce Rossa Italiana-Lecce

OTRANTO - Potrebbe esserci anche lo scafista tra i 10 profughi di nazionalità irachena, siriana a turca che sono stati fatti sbarcare nel porto di Otranto dopo che l'imbarcazione sulla quale viaggiavano, piccola ma dotata di due potenti motori, è stata intercettata dalle unità della guardia di finanza al largo della città adriatica. 

Gli operatori di Croce Rossa Italiana si sono occupati  di accogliere gli uomini, apparsi sfiniti dalla lunga traversata e dal caldo patito. Un medico ha visitato i migranti, comunque in discrete condizioni di salute. Gli inquirenti, dopo i primi riscontri, stanno vagliando il profilo di uno dei dieci: si sospetta possa aver condotto lo scafo per poi mescolarsi ai profughi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento