Notizie da Otranto

Un boato a Otranto: bomba carta fatta esplodere davanti a una creperia

L'episodio nei pressi dei giardini pubblici. Le indagini sono nelle mani degli agenti del commissariato di polizia

I gardini pubblici, a Otranto

OTRANTO – Una bomba carta  è stata fatta esplodere, poco dopo le tre della notte, di fronte a un chiosco-bar di Otranto. La deflagrazione, udita da diverse centinaia di metri di distanza, ha causato alcuni danni alla creperia di via San Giovanni Paolo II, nei pressi della villa comunale del borgo adriatico. La struttura, composta da lastre prefabbricate, non ha subito ingenti conseguenze.

E l’ordigno, di fabbricazione artigianale, non ha inoltre provocato neppure disagi alle attività commerciali dei paraggi. Sul posto, gli agenti di polizia del commissariato di Otranto, per eseguire i rilievi e ascoltare i titolari dell’esercizio. Il personale della polizia sta ora visionando i filmati ricavati dai sistemi di videosorveglianza installati in centro, per recuperare indizi utili alle indagini.

Il gesto ha un chiaro sapore intimidatorio, e gli inquirenti vogliono vederci chiaro.  I primi sospetti, come negli episodi simili per modalità, ricadono sulla pista estorsiva. Ma, almeno in un primo momento, non è possibile escludere eventuali motivi di natura personale che potrebbero aver spinto qualcuno a ricorrere a un gesto simile

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzini abusati in un casolare, 69enne in carcere per pedofilia

  • Giro di armi da fuoco e monopolio imposto sul servizio navette: sei arresti

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: imputati il padre e lo zio

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento