Notizie da Otranto

Imprenditoria salentina in lutto. Stroncato da infarto proprietario delle più note discoteche

Giuseppe Mascello, 54enne originario di Castrignano de' Greci, era il titolare dei locali più famosi del Salento. Dal Ciak, al Bahia, passando per il Blu Bay, è stato tra gli imprenditori locali più conosciuti nel mondo turistico. Dopo un dolore al torace, è spirato presso il suo "Lido dei Pini. Acquisiti i documenti nell'ospedale di Scorrano

"Il lido dei pini", a Otranto.

ALIMINI (Otranto) – Un dolore lancinante al torace ha messo tutti in allerta. Giuseppe Mascello, uno dei più noti imprenditori salentini, è deceduto a 54 anni questa mattina, stroncato da un infarto. L’uomo è deceduto nonostante l’arrivo dei sanitari del 118, all’interno del suo stesso stabilimento balneare in località “Alimini”, a Otranto.

Stava infatti lavorando al “Lido dei pini” quando, intorno alle 8,30, ha accusato l’improvviso malore. All’arrivo dell’ambulanza, per il 54enne non c’era più nulla da fare. Inutili le manovre di rianimazione messe in atto dal personale medico, in un disperato tentativo di tenerlo in vita.

Copia di IMG-20150513-WA0005-2L’uomo, originario di Castrignano de’ Greci, è spirato sul posto, gettando dipendenti e presenti nello sconforto. Molto conosciuto nell’ambiente turistico e in quello dell’imprenditoria salentina in generale, Mascello era il titolare di diversi locali, tra i più noti del Tacco, e stabilimenti.

Oltre allo stabilimento nel quale ha perso la vita, era anche proprietario della discoteca “Ciak” di Castrignano de’ Greci, ma anche di celebri locali da ballo estivi come il “Bahia”, il “Blu Bay” e di un altro locale nel centro di Lecce. Dai primi riscontri, sembrerebbe che Mascello si sarebbe sottoposto, nei giorni scorsi, ad alcuni controlli in ospedale proprio a causa dei forti dolori. Si sarebbe tuttavia accollato la responsabilità, firmando le dimissioni dalla struttura sanitaria.

E' su questi particolari che l'autorità giudiziaria vuole vederci chiaro. Nel corso della giornata, infatti, gli agenti di polizia del commissariato di Otranto hanno acquisito alcuni documenti relativi proprio agli accertamenti effettuati dall'imprenditore, presso l'ospedale di Scorrano.

Lo ha stabilito il pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, Francesca Miglietta. Sono schede del paziente che ora finiranno nelle mani della magistratura, la quale farà una serie di valutazioni e stabilirà se e nei confronti di chi procedere. Nelle prossime ore, intanto, sulla salma dell'uomo potrebbe essere effettuato l'esame autoptico da parte del medico legale. E' soltanto un'eventualità, ora al vaglio della magistratura locale.

Il Silb gli dedicherà il premio "Valentini"

“Con Giuseppe perdiamo innanzitutto un grande amico, un collega e imprenditore di grande spessore". Così il presidente del Silb, Maurizio Pasca, dopo aver appreso della morte di Mascello che è stato "tra gli antesignani storici di un modo serio di fare divertimento. Giuseppe era uno di noi, anzi - sottolinea - lo è tuttora".

"Il segno che persone come lui lasciano sul territorio con il loro operato infatti, va oltre i confini dello spazio e del tempo e resta, quale patrimonio d’inestimabile valore. Proprio per questo a settembre - aggiunge Pasca -, in occasione del Sib Event di Rimini, gli dedicheremo il prestigioso Premio 'Valentini', a conferma del solco tracciato negli anni da Giuseppe”.

Il presidente Pasca, getta poi acqua sul fuoco di polemiche nate circa la possibilità di aprire, nel prossimo weekend, i locali da ballo in provincia di Lecce. “Sabato a mezzanotte, presso le Quattro Colonne – preannuncia -, si svolgerà la convention delle discoteche salentine, durante la  quale osserveremo un minuto di silenzio per Mascello".

"Poi la musica riprenderà, certo che Giuseppe avrebbe fatto lo stesso. La musica era il suo lavoro, il nostro lavoro,  svolto nella consapevolezza che lo spettacolo va avanti. Non è chiudendo per una sera i nostri locali - conclude - che potremo dare forma e sostanza al dolore, che è un sentimento vissuto da ognuno nel profondo, senza bisogno di ostentazioni”.

Potrebbe interessarti

  • Concertone Notte Taranta: quaranta brani per una notte senza soste

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Col volto travisato, avvicinano un bimbo: la madre li vede e urla, poi la fuga

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro all’incrocio: 28enne sbalzato dallo scooter muore in ospedale

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento